venerdì 20 febbraio 2015

La cucina ad isola.

B 80259
 
La cucina con l'isola in passato era un sogno che in pochi casi diventava realtà.
Bastava non avere le giuste dimensioni o un budget non idoneo o magari il giusto coraggio, per  optare alla fine per la tradizionale composizione ad angolo o lineare.
Oggi la maggior parte dei miei clienti mi chiede un' isola o una penisola o comunque una qualche appendice che movimenti la composizione e la renda più "attuale".
Sembrerebbe quindi che l'aumento della richiesta sia originato da una evoluzione del gusto e legato all'estetica più che alla funzionalità.
In ogni caso è indubbio che una composizione che preveda un'isola o una penisola alla fine risulti più particolare e in questo post cercherò di chiarire quali sono i requisiti minimi per scegliere una soluzione di questo tipo.
In particolare oggi parlerò solo dell' isola rimandando al prossimo post l'argomento "penisola e simili".
L'isola, lo dice la parola stessa, è sganciata dal resto della composizione e può essere essenzialmente di due tipi:
  • isola attrezzata con lavello e/o piano cottura e/o altri elettrodomestici;
  • isola contenitiva con solo piano di lavoro.
In entrambi i casi l'isola può essere dotata di un piano snack.
 
Per l'isola attrezzata è necessario aver provveduto anzitempo a predisporre gli impianti a pavimento.
Senza una corretta predisposizione è quasi impossibile realizzarla.
Dico "quasi" perché vi sarebbe qualche possibilità di inserirla comunque anche senza la predisposizione e in seguito ti spiegherò come e in quali casi.
Ma incominciamo con un esempio.
cucina con isola
 
 
In questa soluzione ho ipotizzato una stanza piuttosto piccola che non è nata certamente per ospitare una cucina con queste caratteristiche.
Ma supponendo che hai un ambiente di queste dimensioni e che vuoi provare ad inserire un'isola ecco quali sono gli ingombri che devi rispettare:
  • Devi lasciare almeno un metro di spazio tra la zona lavello e la parte posteriore che in questo caso è attrezzata con dei contenitori ma che potrebbe essere anche una semplice parete.
  • Devi consentirti un agevole passaggio laterale più o meno grande quanto una porta e quindi almeno 90 cm.
  • Devi praticamente rinunciare al tavolo.
  • Devi realizzare un'isola non più grande di cm 250, sufficiente comunque a contenere lavello e piano cottura oltre che cassettiera e lavastoviglie.
Credo che sarà molto difficile che tu adotti questa soluzione a meno che  non abbia uno spazio adiacente dove inserire tavolo e sedie o ti accontenti di una piccola sporgenza del piano dell'isola per ricavare uno snack e consumare scomodamente i tuoi pasti.
La tipologia di cucina con isola viene anche comunemente detta "all'americana" forse perché nei film americani vediamo di frequente scene intriganti con banconi superattrezzati su cui i personaggi preparano e consumano abbondanti colazioni.
julianne-moore-cucina_thumbnail
Le abitudini degli Americani però sono diverse dalle nostre.
Le nostre colazioni sono piuttosto fugaci e siamo abituati a metterci comodi a tavola per il pranzo e la cena e difficilmente rinunciamo al tavolo in cucina.
 
 
Se non vuoi quindi rinunciare al tavolo devi necessariamente avere uno spazio maggiore il che significa o ambiente unico o cucina molto più grande.
Prima di postare le immagini di alcune soluzioni ti spiego cosa fare per inserire un'isola attrezzata in mancanza della giusta predisposizione.
E per farlo ti mostro una soluzione realmente attuata.
Un mio cliente aveva acquistato una casa già rifinita e non vi era nessuna predisposizione per un'isola attrezzata e non si potevano in nessun modo portare gli scarichi e il gas al di sotto della pavimentazione perché vi era un riscaldamento a pavimento.
Ma non si è dato per vinto e mi ha chiesto una soluzione tecnica per realizzare una cucina ad isola.
Ho  trovato una soluzione con questi espedienti:
  • realizzazione di un controsoffitto in cartongesso nel quale far passare l'alimentazione elettrica della cappa e la canalizzazione dei fumi;
  • inserimento di un piano snack scatolato nel quale far passare tubo del gas, alimentazione elettrica di p.c. e lavastoviglie, acqua e scarico.
cucina con isola
In realtà non è una vera e propria isola ma il gioco dei volumi e dei colori fa si che l'effetto finale vi sia molto vicino.
Ti mostro ora alcuni esempi di cucine con isola.
 
Layout 1
 
Questa soluzione di Aran (mod. Bella) è molto interessante per il setto centrale rialzato che divide l'isola in zona operativa e zona living mascherando così la zona cottura.
Sempre del modello Bella  ecco un' isola più articolata
Layout 1
 
 
 
 
 
Di stile classico sono queste composizioni bellissime di Acquacotta by Marchetti
Layout 1
 
B 78509
2010_acquacotta_doppia-13
 
Torniamo al moderno con un'isola spaziale della ditta Gatto
gatto_cucine_modello_sheer gatto-cucine
Tutto raccolto in una sfera... pazzesco!
 
Meno spaziale ma comunque insolita quest'isola sinuosa del modello Volare presentata da Aran Cucine
aran-volare-cucina
 
 
Ed ora un mio progetto
industrial desig
 
 
Gli ingombri delle isole variano a seconda della soluzione che desideri, del modello che scegli e dello spazio di cui disponi.
In questo post mi sono limitato quindi ad indicarti gli ingombri minimi per un'isola attrezzata lasciando a te il compito di valutare se ci sono gli estremi per inserirla.
Ti consiglio in ogni caso di farti seguire da un buon progettista o dal tuo rivenditore di fiducia ( non ti dimenticar di me) che ti potrà guidare verso la soluzione migliore.
Un accenno veloce all'isola non attrezzata.
Per una semplice isola senza lavello e piano cottura è tutto più semplice.
La puoi realizzare di qualsiasi misura tenendo presente, oltre agli spazi di transito e di lavoro di cui ti ho già parlato, della proporzione dell'isola:
più è grande più bella.
Al prossimo post.
Michele De Biase
p.s.
scrivo i miei articoli nei pochi momenti liberi e lo faccio volentieri per offrire dei contenuti originali frutto della mia esperienza.
Mi farebbe molto piacere conoscere il tuo punto di vista:
è stato utile?
manca qualcosa?
potrei migliorare in qualcosa?
Fa un piccolo sforzo e lascia un tuo commento... ci vuole davvero poco.
Grazie.